Archivi tag: pesce secco

Indispensabile in cucina 3

Qual’è la ragione principale per la quale i bambini non mangiano volentieri il pesce, e adorano invece i bastoncini?

Esatto! Avete indovinato! Le lische!

Quanti di voi hanno vissuto, o almeno sentito raccontare da amici e parenti, il famoso trauma infantile della lisca di pesce conficcata nell’ugola?

Eppure la soluzione è così semplice e a portata di mano:

la Fischgrätenpinzette.

Il germanismo in questo caso non è casuale, visto che in italiano non esiste una parola per questo oggetto.

Già che ci siamo potremmo proporne uno tipo ittiopinzetta o estrailische.

Avete suggerimenti in proposito?

Torniamo all’attrezzo in questione, la sua essenzialità e semplicità unite all’efficacia ne fanno uno strumento indispensabile in ogni cucina.

Il suo uso si limita all’estrazione delle lische sporgenti dopo l’operazione della sfilettatura:

Praticamente con un coltello affilato si separano i filetti dalla lisca centrale

Dopodichè, con il ditino passate sul filetto e sentirete sporgere delle lische superstiti

Queste vanno ora estratte con l’apposito attrezzo:

In assenza del quale ci si può eventualmente aiutare con la pinza da elettricista…

…e adesso non ci sono più scuse bambini!!!

Mangiate il pesce!!!!!

Annunci

Attacco dalla Groenlandia con 3!

Ringrazio Oscar per la nobile iniziativa: tutto quello che volevate sempre sapere degli islandesi, ma non avete mai osato chiedere.

Come funziona:

Dovreste andare nella Top Posts di WP in lingua islandese, o altrove, scegliere il post o il viso (curioso che i bloggers islandesi mettano quasi tutti la propria faccia nell´avatar) che più vi aggrada e postategli un commento. Va bene qualsiasi cosa, tranne il ”ciao, volevo farti i complimenti per il blog, ti va uno scambio link?”. Saluti, frasi poetiche, quello che volete ma rigorosamente in italiano o dialetto delle vostre parti o delle parti di qualcun altro.

Ripetete la procedura per tre volte e pubblicate, ovviamente linkandoli, i blog islandesi che avete scelto. Passate poi alle nomineiscion indicando i prossimi 5 blogger da mandare allo sbaraglio nella terra dei ghiacci. Se tutto va come deve andare, in Islanda il Bruno Vespa locale farà uno special sull´improvviso interesse dei blogger italiani verso la loro bellissima terra. Intanto do il buon esempio, i miei tre blog islandesi sono:

Sápuópera : Eva

ravings of a lunatic : Anna

Unnur 2.0 : Maria

Mi sa che quelli nel blogroll son già nominati, comunque eccoli: La Guressa, La Joe, Wood, poi aggiungo Lealidellafarfalla e priedavat, non si sa mai.

Ágætur til hitta þú , vildi þú eins og til borða með mig?

Qui c’è un traduttore simultaneo per tante lingue, compreso l’islandese.

Inoltre, vorrei lanciare un appello: come si chiamano in islandese:

Qui, Quo, Qua

Gastone

Paperoga

Edison

La Banda Bassotti

Pico de Paperis

Rockerduck